Quattro sono i judoka del DYK Chiasso impegnati sabato e domenica alle finali dei campionati svizzeri individuali di judo.

Sabato saranno di scena i cadetti (U18) Kai Bürgisser (classe 2006) e Niccolò Monté Rizzi (classe (2004). Entrambi combatteranno nella categoria -81 kg.

Kai è alla sua prima finale e al primo anno nella categoria d’età, la competizione sarà senz’altro un’esperienza importante in vista delle prossime stagioni. Niccolò è all’ultimo anno della categoria d’età ed ha la possibilità di ben figurare se, concentrazione e controllo, saranno dati.

A bordo tatami vi sarà Manrico Frigerio che, dopo il terzo posto nazionale del 2019, si è ritirato dalle competizioni.

Domenica sarà invece il turno degli juniores (U21). Mirto Regazzoni, nella categoria -81 kg, e Christian Edouard, nella categoria -90 kg, saranno sul tatami con la possibilità di puntare al podio nazionale. Nel 2019 Christian si classificò terzo nei cadetti.

A bordo tatami vi sarà Paolo Levi, attuale responsabile del corso agonistico al DYK Chiasso.

Tornare da Bienne con una medaglia è l’obiettivo minimo che la società si pone; in una stagione ancora troppo condizionata dalla pandemia, che non ha permesso il normale svolgimento delle competizioni che usualmente precedono le finali, va riconosciuto che la preparazione non è certamente stata ottimale.

Va per altro ricordato come le finali del 2020, che erano previste a Chiasso, furono annullate data la situazione sanitaria.

Un grande in bocca al lupo ai quattro judoka chiassesi e un grazie a chi – a bordo tatami – si rende disponibile.